Dolmen e Menhir

le pietre megalitiche del Salento

 

Frugando nell’antichità più remota e risalendo sino alla preistoria, il Salento tiene in serbo testimonianze notevoli e singolari: monumenti megalitici dall'ostico nome bretone, dolmen e menhir, preziosi documenti di pietra che gli appassionati possono trovare nascosti in seno agli uliveti salentini. Gli uni sono monumenti tombali, lastroni di pietra sollevati e accostati da mani di gigante per farne un rudimentale castello di carte da gioco; gli altri sono misteriose steli verticali di significato probabilmente votivo.

 

Trovarli non è sempre facile. Bisogna girare a lungo nel dedalo degli uliveti, queste strane foreste chiazzate di sole e d'ombra, attraversate da una fitta rete di strade campestri in terra battuta, spesso tortuose e a volte dritte, tutte uguali fra loro. Bisogna chiedere, ma non è facile trovare gente nella solitudine e nel silenzio dell'uliveto. L'entusiasmo della scoperta è tanto maggiore quanto più lunga la ricerca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

<I Messapi

 <indice Salento> Trulli e pajare>
____________________ ____________________ ____________________

 

 

 

 

 

   

   

ultimo aggiornamento del sito il

24/01/2009

geom. Angelo Rizzo

via G. Ciullo, 7 

73030 - Castro (Le)

p.iva 02245480757